A cura del Prof. Augusto Zaninelli – Vi sono differenze per la pressione del sangue fra uomini e donne? In effetti, vi sono lievi differenze nell’andamento della pressione in base al genere maschile e femminile. In particolare, durante l’età adulta i maschi hanno una pressione sistolica leggermente più alta, mentre al di sopra dei 69 anni, sono le donne ad averla lievemente superiore. Con il progredire dell’età, poi, gli uomini tendono ad avere una pressione diastolica di poco superiore alle donne. Queste differenze hanno importanza per la cura? Nonostante vi siano piccole differenze, in realtà la cura dell’ipertensione e i suoi effetti sono gli stessiLeggi altro →

A cura della redazione – Oggi 17 maggio si celebra la Giornata Mondiale contro l’Ipertensione. Pur non essendo in sé una malattia, l’ipertensione rappresenta la prima causa di mortalità a livello mondiale; nella maggior parte dei casi, non dà sintomi e non ha neanche cause evidenti. In particolare, l’obiettivo della giornata è la Campagna Mondiale di Sensibilizzazione per la Lotta all’Ipertensione Arteriosa, quindi aumentare la consapevolezza sul controllo della pressione e le attività di cura e prevenzione al riguardo. A livello mondiale, la giornata è promossa dalla World Hypertension League. In Italia si stima che più di 15 milioni di persone soffrono di ipertensione, inLeggi altro →

Articolo a cura del Prof. Fattirolli – Prevenzione, cura, riabilitazione… e ancora prevenzione,  sono i principi cardine del trattamento di moltissime malattie e delle malattie del cuore in modo particolare. Prevenire e curare nel modo appropriato, ma poi consolidare i risultati ottenuti con i trattamenti e fare in modo che la malattia non progredisca o che i suoi effetti non producano un aggravamento sulla funzione del cuore e, non ultimo, evitare per quanto possibile di poter avere “una ricaduta”: ecco che riabilitazione e prevenzione secondaria giuocano un ruolo determinante. In cosa consiste l’intervento riabilitativo? Riabilitazione e prevenzione secondaria delle malattie cardiovascolari rappresentano un intervento multifattorialeLeggi altro →

 A cura di Camilla Mencarelli – Si è svolta a Firenze, ieri venerdì 9 febbraio, presso l’Hilton Garden Inn, la quinta edizione de “Il cardiopatico “complesso” post acuto e cronico: chi è, come si valuta, come si cura.” Un seminario rivolto ai medici che intervengono nella cura del cardiopatico “complesso”, per condividere la scelta degli strumenti di valutazione più idonei ed orientare i trattamenti su obiettivi terapeutici appropriati in ottica multiprofessionale ed interdisciplinare. Un cardiopatico può essere definito “complesso” per le conseguenze della malattia, la coesistenza di più condizioni morbose, la comparsa di complicanze, gli effetti specifici e collaterali dei trattamenti, oltre che per laLeggi altro →

Articolo a cura del Dott. Augusto Zaninelli, medicina generale – Ho sentito parlare di un sistema nervoso simpatico che c’entra con la pressione: è vero? Il sistema nervoso simpatico è quella parte dei nostri nervi e cervello che noi non possiamo controllare con la volontà, ma che fornisce la regolazione di tutte quelle attività che ci permettono di vivere. Il battito cardiaco, le funzioni intestinali, le funzioni renali, il fegato, la milza, il pancreas e anche la pressione arteriosa sono governate da comandi generati con un equilibrio fra il sistema nervoso simpatico e quello parasimpatico, che ne antagonizza le azioni. In altre parole se il sistemaLeggi altro →

A cura della redazione – Nasce in Italia il progetto che aiuterà milioni di persone a prevenire e monitorare i problemi cardiaci semplicemente indossando un orologio che, connesso allo smartphone, sarà in grado di misurare elettrocardiogramma (ECG), frequenza cardiaca, pressione sanguigna, ossigenazione e tenere traccia dello storico del paziente/utente in modo tale da prevenire un eventuale scompenso cardiaco.   Il software IntelliHearts è composto da una piattaforma cloud per la classificazione in tempo reale delle aritmie e altri tipi di problemi cardiovascolari basata su algoritmi di deep learning per la corretta classificazione di ogni singolo battito.   “IntelliHearts è stato pensato e sviluppato all’interno del PolitecnicoLeggi altro →

Articolo a cura del Prof. Augusto Zaninelli – Introduzione. Una visita su tre in Italia viene effettuata per il problema della pressione arteriosa elevata, problema che interessa circa 20 milioni di Italiani. L’ipertensione arteriosa non è di per sé una malattia, ma ormai si sa per certo che chi ha la pressione del sangue alta rischia di più, rispetto a chi ce l’ha normale, di avere un infarto del cuore o un ictus cerebrale. Quindi, in altre parole, con la pressione alta molto probabilmente si vive di meno di chi ha i valori normali. Per questo, si è sempre più attenti a questo fattore diLeggi altro →