Articolo a cura del Prof. Augusto Zaninelli – È vero che chi ha la pressione alta è più a rischio di avere un infarto del cuore? Sì è vero: i soggetti ipertesi, che non curano la loro ipertensione, hanno come minimo il doppio di probabilità di avere un infarto del miocardio, rispetto alle persone con la pressione normale. Per il rischio di infarto, quale è la più pericolosa: la massima o la minima? Non vi è alcuna differenza, sono entrambe pericolose quando sono alte; per questo, quando si cura l’ipertensione non ci si può accontentare di ridurne una soltanto delle due. Ci sono persone cheLeggi altro →

Articolo a cura del Dott. Augusto Zaninelli, medicina generale – Ho sentito parlare di un sistema nervoso simpatico che c’entra con la pressione: è vero? Il sistema nervoso simpatico è quella parte dei nostri nervi e cervello che noi non possiamo controllare con la volontà, ma che fornisce la regolazione di tutte quelle attività che ci permettono di vivere. Il battito cardiaco, le funzioni intestinali, le funzioni renali, il fegato, la milza, il pancreas e anche la pressione arteriosa sono governate da comandi generati con un equilibrio fra il sistema nervoso simpatico e quello parasimpatico, che ne antagonizza le azioni. In altre parole se il sistemaLeggi altro →

Articolo a cura del Prof. Augusto Zaninelli, medicina generale – Può un paziente avere un infarto del miocardio al mattino, un ictus cerebrale al pomeriggio e un attacco di asma alla sera? Sì, ma non si tratta di una persona vera bensì di un paziente virtuale, un manichino sul quale riprodurre malattie e situazioni patologiche realistiche, didattiche e riproducibili. Il processo di informazione e aggiornamento è alla base della capacità di affrontare sempre nuove sfide. Nel caso di un operatore della sanità, la professionalità può essere definita da tre caratteristiche: il possesso di conoscenze teoriche aggiornate (il sapere); il possesso di abilità tecniche o manuali (ilLeggi altro →

Articolo a cura del Prof. Augusto Zaninelli, cardiologo – Come può un paziente avere un infarto del miocardio al mattino, un ictus cerebrale al pomeriggio e un attacco di asma alla sera? Semplice, perché è come se fosse vero, ma in realtà è un paziente virtuale, un manichino, un software, un attore su cui è possibile riprodurre malattie, situazioni patologiche e condizioni cliniche realistiche, affidabili, didattiche e riproducibili. La dinamica evolutiva delle organizzazioni richiede oggi la capacità di affrontare le sfide e il cambiamento attraverso un processo di informazione ed aggiornamento continuo. La motivazione a tale apprendimento dipende in buona parte dalle modalità con cuiLeggi altro →

STROKE 2017 Napoli 1-3 marzo 2017 Report dal Congresso Augusto Zaninelli ISO – Italian Stroke Organization, Consiglio di Presidenza INTRODUZIONE A Napoli dal 1 al 3 marzo 2017 si è svolta la quarta edizione del Congresso Nazionale sull’ictus Cerebrale “Stroke2017”. Gli argomenti trattati hanno riguardato la prevenzione, la cura dell’ictus cerebrale e delle sue conseguenze, cercando di dare particolare risalto alla ricerca di base per trovare nuovi trattamenti di protezione del cervello nelle fasi acute dell’ictus, così come la possibilità di disostruire meccanicamente le arterie cerebrali occluse, grazie all’introduzione di cateteri, per via arteriosa. Le passate edizioni si sono svolte a Firenze, quest’anno è stataLeggi altro →