A cura del Dott. Loris Pinzani – Negli ultimi giorni di settembre su neuroscienze.net è stata pubblicata una serie di articoli realizzati un gruppo di ricerca di Firenze relativamente agli esiti della sperimentazione clinica riguardante il Processo Anevrotico terapeutico PAT. Si tratta di una indagine che ha avuto inizio alcuni anni or sono, relativamente all’ipotesi che vi fosse un valore psicofisiologico in grado di testimoniare la remissione dei sintomi o la guarigione, durante la psicoterapia. Ogni intervento di psicologia clinica induce ed è finalizzato ad una variazione di riequilibrio  nel soggetto, dal momento che l’intervento interiore è rivolto a produrre una mutazione nella condotta ordinariaLeggi altro →

A cura della Redazione – Si celebra oggi, mercoledì 10 ottobre, la Giornata Mondiale della Salute Mentale, stabilita dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). Vengono promosse moltissime iniziative volte a diffondere le informazioni necessario circa le tematiche principali e più urgenti sul benessere emotivo e psicologico, grazie alla collaborazione con la Federazione Mondiale della Salute Mentale e con i Ministeri della Salute di diversi paesi. L’obiettivo principale è forse quello di sconfiggere i tabù che circondano le malattie mentali: molte campagne di sensibilizzazione mirano infatti a sconfiggere l’indifferenza, e purtroppo spesso anche la vergogna, in cui i malati si trovano a vivere; ciò anche a causaLeggi altro →

Medicina tra Oriente e Occidente A cura della Dott.ssa MariaGiovanna Luini – Credo di non avere mai incontrato un medico convinto che i cosiddetti “pazienti” siano solo corpi i cui danni siano riparabili con meri interventi farmacologici o chirurgici o radioterapici: anche il più razionale e iperscientifico dei colleghi riconosce, come minimo, l’esistenza di una profonda interazione tra la mente (ma cosa è, la mente?) e il sistema fisico. La complessità dell’essere umano è difficile da ricondurre a una descrizione esaustiva, soprattutto per le menti occidentali: possiamo elencare una serie di elementi che ne fanno parte, ma raramente si riesce a ottenere un quadro diLeggi altro →

A cura della Dott.ssa Cristina Mencarelli – La paura dell’acqua, detta in psicologia “idrofobia”, è la paura ingiustificata e ossessiva verso le sostanze liquide e l’acqua in particolare. La “talassofobia”, invece, è la paura del mare e delle acque profonde. L’idrofobia può essere da un lato la conseguenza di un’esperienza negativa avuta con l’acqua, ad esempio aver rischiato di affogare, aver bevuto, essere andato sott’acqua con la testa, avere bruciore agli occhi, non toccare il fondale con i piedi, aver paura del colore scuro dell’acqua, aver paura degli animali che nuotano sotto, oppure apparentemente non è presente una causa scatenante, ma è associata a paureLeggi altro →

Articolo a cura del Dott. Pasquale Palumbo – Un uomo di 66 anni, di nome P. aveva iniziato, da circa un anno, un nuova fase della propria vita; si era pensionato ed aveva lasciato, dopo 40 anni, il lavoro che aveva svolto presso un’azienda di telefonia. Era stato un tecnico e i grovigli di cavi e gli impianti telefonici, per lui, non avevano mai avuto segreti; ma adesso, dopo tanti anni di duro lavoro, aveva voglia di riposarsi e di curare quei rapporti familiari che forse nel passato aveva un po’ trascurato. Un giorno, dopo pranzo, si era seduto sul divano ed aveva letto unLeggi altro →

Articolo a cura del Dott. Daniele Losco – Ogni ragazzo (o ragazza), per intraprendere la strada che lo porterà a diventare adulto (o, per lo meno, tentare di completare il processo di maturazione personale), deve mettere in crisi le sicurezze familiari. Deve uscire dal circuito protettivo. Per facilitare questo processo, sono necessari dei passaggi intermedi. Il passaggio più rappresentato è senza dubbio quello dell’affidarsi al “Gruppo dei pari”. Per sfuggire all’ambiente familiare, considerato troppo repressivo, regressivo, dove c’è un’autorità ritenuta dispotica, ci si affida a un gruppo che all’apparenza appare più “democratico” e con leggi più attinenti alla filosofia di vita che si vuole seguire.Leggi altro →

A cura della redazione – Oggi 30 marzo ricorre la Giornata mondiale del disturbo bipolare. È stata scelta questa data per ricordare Vincent Van Gogh, che soffriva di tale disturbo, e questa Giornata è stata ufficialmente annunciata nel 2014 in occasione dell’inaugurazione della 16esima Conferenza dell’”International Society for Bipolar Disorder” (ISBP), tenutasi a Seul. L’iniziativa si rivolge a tutte le organizzazioni che si occupano di salute mentale: il disturbo bipolare rappresenta una vera sfida non solo per il paziente, ma anche per gli operatori sanitari, i familiari e l’intera comunità. Purtroppo in molte parti del mondo ancora non si riesce ad avere una diagnosi precoceLeggi altro →

A cura della redazione – Nella ricorrenza della nascita di Hans Asperger, il 18 Febbraio, è stata indetta la Giornata Mondiale della Sindrome di Asperger. Hans Asperger (Vienna, 18 febbraio 1906 – Vienna, 21 ottobre 1980) è stato un medico austriaco, pediatra. Nacque in una fattoria, appena fuori Vienna. Era il maggiore di due figli. In gioventù mostrò particolare talento per la letteratura e spesso citava Franz Grillparzer. Ebbe difficoltà a fare amcizia ed ebbe un´infanzia solitaria. Asperger studiò medicina a Vienna e pratico pressò l´ospedale universitario. Gli è stato conferito il dottorato nel 1931 e assunse la direzione del reparto di pedagogai infantile pressoLeggi altro →

A cura del Dott. Alberto Mazzoni – Ogni giorno facciamo l’esperienza di conflitti interni. Una voce ci dice che la scelta giusta è fare una cosa, una voce ci dice che la scelta giusta è non farla. Possiamo chiamarle voce della ragione e voce dell’istinto, come facevano i greci, voce del bene e voce del male come nella cultura cristiana, ma l’elemento di base è che apparentemente il nostro cervello propende per due decisioni allo stesso tempo – il che è un po’ singolare. In una prospettiva di psicologia comportamentale la questione è affrontabile nel quadro degli studi di Daniel Kahneman (premio Nobel per l’economia) Leggi altro →

A cura della Dott.ssa Cristina Mencarelli – Siamo nel periodo della seconda festa preferita dai bambini (dopo l’indiscusso Natale): il Carnevale. Nel mondo antico il Carnevale si avvicina ai festeggiamenti dionisiaci, le feste in onore del dio del vino che sfociavano in orge. In questo caso la festa portava non ad un rinnovamento spirituale, ma all’inizio dell’anno agricolo e alla nuova fertilità. A Carnevale grandi e piccini si mascherano. Travestirsi è certamente uno dei giochi che i bambini amano molto e su questo argomento sono stati condotti diversi studi psicologici. Mascherarsi fa bene ai più piccoli, sviluppa la fantasia, permette di essere qualcosa di diversoLeggi altro →

A cura del Dott. Daniele Losco – Il passaggio dall’età infantile a quella adulta è costellato, per ogni individuo, da tutta una serie di complicazioni che rendono questo periodo della vita particolarmente complesso, tanto da essere vissuto come una vera e propria crisi, la “crisi adolescenziale”. L’adolescenza viene quindi rappresentata come un’età difficile, un periodo di crisi. È la seconda crisi che l’individuo affronta nella vita. La prima è la nascita, l’uscita dal mondo caldo e ovattato del grembo materno all’ambiente esterno. Per questo motivo molti ritengono che l’ingresso nell’adolescenza rappresenti una seconda nascita. Non si esce dal grembo materno, ma da qualcosa di simile:Leggi altro →

Articolo a cura di Claudio Lombardo – Ha un certo fascino scambiare l’immaginazione per realtà. E, in parte, questa attrattiva può essere racchiusa nelle seguenti parole: «L’uomo del futuro somiglierà molto ad un umanoide, sarà un uomo che conterrà cellule sintetiche, frammenti biologici provenienti da altri esseri umani (o da altri organismi viventi), materiali generati con tecniche bioingegneristiche…sarà certamente una forma di uomo diverso da quella che concepiamo oggi. La strada è quella di un ibrido: sostituire un battere o un fungo con un pezzo di grafene o titanio». Anche se negassimo questa ipotesi, e aderissimo ad una visione totalmente opposta, dobbiamo fare i conti conLeggi altro →

Articolo a cura del Dott. Alessio Focardi, psicologo – L’autoinganno è il meccanismo di difesa regio, sotto la cui cupola si ammucchiano vari tipi di meccanismi di difesa, ed è universale, poiché tutti ne facciamo uso, in qualche maniera e in qualche misura. Può essere definito come un pezzo mancante nella consapevolezza, un buco nell’attenzione che forma un parte cieca e ci rende incapaci di vedere le cose come sono nella realtà. Daniel Goleman definisce l’autoinganno un baratto fra ansia e consapevolezza: quando un evento provoca in noi stress o elevati stati di ansia, inconsapevolmente ci difendiamo creando un vuoto nell’attenzione. Questo meccanismo di difesaLeggi altro →

Articolo a cura  della Dott.ssa Amrita Ceravolo – La diffusione dello Yoga si deve alla sua completezza nell’unire la parte fisica e mentale. È un ottimo strumento che conduce l’individuo ad uno stato di benessere, tranquillità e salute psicofisica. Le asana (posizioni) si distinguono dal comune esercizio fisico grazie a una serie di tecniche che svolgono un’azione profonda nei vari livelli del corpo/mente, sia stimolante che calmante. Il gioco di stiramenti e contrazioni e  l’irrigazione di tutti gli organi donano una sensazione di equilibrio e armonia nel corpo e nelle sue funzioni vitali. È solo attraverso la giusta respirazione che possiamo iniziare a praticare yoga,Leggi altro →

A cura della redazione – L’A.I.A.B.A. ONLUS (Associazione Italiana per l’Assistenza ai Bambini Autistici) è nata a Firenze nel 1970 su iniziativa di un gruppo di genitori di bambini affetti da autismo e psicosi infantile, al fine sia di sensibilizzare l’opinione pubblica e promuovere la conoscenza dei problemi specifici relativi all’autismo infantile, sia di costituire un Centro di riabilitazione in grado di offrire un intervento riabilitativo mirato e complessivo. Da sempre, l’Associazione è impegnata nella presa in carico riabilitativa dei soggetti con disturbi dello spettro autistico e da sempre ha come missione l’individuazione di forme sempre più raffinate e idonee di assistenza e cura, nelLeggi altro →

Articolo a cura del Dott. Daniele Losco, psichiatra  – “L’autismo è una sindrome comportamentale causata da un disordine dello sviluppo, biologicamente determinato, con esordio nei primi 3 anni di vita. Le aree prevalentemente interessate da uno sviluppo alterato sono quelle relative alla comunicazione sociale, alla interazione sociale reciproca e al gioco funzionale e simbolico. In termini più semplici e descrittivi, i bambini con autismo: 1) Hanno compromissioni qualitative del linguaggio anche molto gravi fino a una totale assenza dello stesso. 2) Manifestano incapacità o importanti difficoltà a sviluppare una reciprocità emotiva, sia con gli adulti sia con i coetanei, che si evidenzia attraverso comportamenti, atteggiamentiLeggi altro →

Articolo a cura della Dott.ssa Silvia Leoni – Fondazione ANT Italia Onlus, nata nel 1978 per iniziativa dell’oncologo Franco Pannuti, è la più ampia realtà non profit in Italia per l’assistenza specialistica gratuita domiciliare ai malati di tumore e i progetti di prevenzione oncologica. La sua missione si ispira all’Eubiosia (dal greco antico “la buona vita”) perché la dignità della vita sia preservata in ogni delicata fase della malattia e sino all’ultimo istante di vita. Dal 1985 Fondazione ANT ha portato gratuitamente nelle case di circa 120.000 malati di tumore in 10 regioni italiane (Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Toscana, Lazio, Marche, Campania, Basilicata, Puglia, Umbria) un’assistenzaLeggi altro →