Le patologie invernali, i rimedi naturali

A cura di Elisabetta Basetti Sani, naturopata – L’autunno rappresenta il periodo ideale per la prevenzione naturale delle malattie da raffreddamento: i virus dell’influenza, infatti, colpiscono quando si manifesta un abbassamento delle difese immunitarie che portano a uno stato di calo energetico.

Nell’ottica della Naturopatia, le malattie da raffreddamento arrivano per segnalare che il corpo necessita di riposo e di disintossicazione. Per questo si dice che la febbre è lo spazzino dell’organismo e non deve essere subito bloccata. Il primo consiglio per accelerare la guarigione è quello di aumentare il consumo di liquidi, sotto forma di acqua naturale, tisane tiepide o zuppe: attraverso l’assunzione di liquidi, infatti, il nostro corpo si libera più velocemente delle tossine che aggravano i disturbi. Durante la stagione fredda, dunque, si consiglia di assumere soprattutto cibi di natura calda, per contrastare il freddo che arriva dall’esterno. Una tisana riscaldante e fortemente antinfiammatoria è quella fatta con le radici di zenzero che, secondo la dietetica cinese, riscaldano e aiutano a disperdere il freddo. Per problemi di raffreddamento acuti, si mettono 2 o 3 fettine di zenzero fresco in una tazza d’acqua bollente, spicchi e scorze di limone; si copre e si beve dopo qualche minuto.

Per problemi respiratori cronici, invece, è consigliabile il decotto della radice che si mette a freddo in un pentolino d’acqua, si fa bollire tre minuti, si copre e si lascia riposare almeno dieci minuti. Un altro buon sistema di prevenzione e cura delle malattie invernali è rappresentato dall’oligoterapia. Gli oligoelementi sono un valido sostegno in caso di influenze, otiti, sinusiti e bronchiti perché potenziano il nostro sistema immunitario. Il vantaggio è che si possono abbinare ad ogni tipo di terapia allopatica o naturale. Gli oligoelementi più indicati in questa stagione sono: il Rame, che svolge una funzione fondamentale nelle affezioni virali o batteriche ed è in grado di stimolare il sistema immunitario, favorendo l’attività della vitamina C e la produzione di anticorpi; il Manganese-Rame, che aiuta a contrastare le infezioni recidivanti delle alte vie respiratorie; il Rame Oro Argento, ottimo supporto per rinforzare l’organismo come prevenzione e sostenere il recupero delle forze durante la malattia e la convalescenza. Si trovano in commercio sotto forma di fiale da assumere, come prevenzione, la mattina a digiuno, (avendo l’accortezza di trattenere il liquido in bocca un minuto prima di deglutirlo) per 2/3 volte alla settimana; in fase acuta 2/3 volte al giorno.

Un altro valido aiuto per la prevenzione e il trattamento delle patologie da raffreddamento è rappresentato dai Gemmoderivati, o Macerati glicerici (MG) che si ottengono dalla macerazione di giovani tessuti vegetali della pianta raccolti allo stato spontaneo. Si utilizzano gemme, germogli, linfa e piccole parti di radici che, appena raccolte, vengono accuratamente controllate e avviate alla fase di estrazione con una miscela solvente di acqua, alcol, glicerina. L’azione di questo tipo di preparati è delicata ma profonda (sono adatti anche a bambini e alle persone anziane). Un gemmoderivato molto utile per combattere le patologie invernali è il Carpino, che ha anche azione ricostituente dopo un virus. È un antinfiammatorio delle alte vie respiratorie (naso, orecchie e gola), sedativo della tosse e riduttivo degli spasmi delle prime vie respiratorie; si associa bene alla Rosa canina, che è efficace contro molte forme di infezioni e la cui assunzione migliora la risposta immunitaria a livello respiratorio, dato che è ricchissima di vitamina C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *