Speciale celiachia: diagnosi e nuove metodologie

A cura del prof. Antonio Calabrò – La diagnosi di celiachia si basa sulla presenza di atrofia dei villi che si riprende seguendo una dieta senza glutine. La presenza di anticorpi antiendomisici circolanti e la loro scomparsa dopo una dieta senza glutine supportano la diagnosi. È stato anche dimostrato che gli anticorpi antiendomisiali sono rilevabili nei supernatanti di biopsie intestinali di coltura da pazienti con malattia celiaca. L’obiettivo di questo studio era di confrontare l’istologia e gli anticorpi antiendomisiali nei supernatanti della coltura di biopsie intestinali per convalidare il sistema di coltura di organi in vitro come futuro strumento diagnostico per la celiachia.

Materiale e metodi

Sono stati valutati settantacinque pazienti positivi al siero antiendomisico con una dieta contenente glutine. I pazienti sono stati sottoposti a endoscopia con 5 frammenti di biopsia: 3 per istologia, 1 con coltura e l’altro senza attivatore di gliadina-peptide. Gli anticorpi antiendomisici sono stati valutati in tutte le colture super-natanti.

Risultati

Sessantotto pazienti presentavano evidenza di atrofia dei villi, mentre 73 su 75 erano positivi al sistema di coltura di organi. Il tasso di accordo tra la cultura d’organo e i risultati istologici è stato del 94%.

Conclusioni

Considerando che tutti i centri che hanno partecipato allo studio hanno ottenuto un buon accordo tra coltura dell’organo e risultati dell’istologia, il nuovo sistema potrebbe essere considerato uno strumento affidabile per la diagnosi della celiachia. Tuttavia, è possibile evidenziare casi con un organo positivo alla coltura e con istologia negativa. Questa caratteristica potrebbe essere di notevole interesse perché, come la sensibilità della coltura d’organo sembra essere maggiore dell’istologia iniziale, il nuovo sistema potrebbe essere utile in casi incerti dove il rischio di mancanza di diagnosi della celiachia è alto.

Testi originali in lingua inglese, traduzione a cura di Stefano Cibellis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *